fbpx

Varicella in gravidanza: come comportarsi?

La varicella è un’infezione molto diffusa e che almeno una volta nella vita ogni individuo contrae, ma pochi sanno cosa comporti contrarre la varicella in gravidanza.

Cos’è la varicella?

Prima di tutto, la varicella è un’infezione virale causata dal virus Varicella-Zooster, che colpisce maggiormente i bambini e gli adolescenti, ma non è rara nell’adulto.

Per lo più, sono a rischio di contagio coloro che lavorano e sono a contatto con i bambini, come gli insegnanti, e le madri di bambini in età scolare.

Il periodo di incubazione è di circa 10-14 giorni e, successivamente, si manifestano le tipiche lesioni vescicolari pruriginose, dapprima localizzate solo all’addome e, successivamente, si diffondono agli arti ed al volto, in direzione centrifuga.

Talvolta, possono comparire febbre e una sensazione di malessere generale.

Chi è già stato infettato da varicella può sviluppare in seguito l’herpes Zooster.

È contagiosa?

Sì, la varicella è contagiosa, ma la trasmissione avviene solo per contatto con persone infette.

Si resta contagiosi finché tutte le vescicole sono state sostituite da croste.

Come sapere se si è infetti?

La malattia è caratterizzata da lesioni tipiche, pertanto non è indicato alcun test diagnostico.

Se, invece, si vuole sapere se si è protetti basta fare un dosaggio ematico per ricercare la presenza di anticorpi specifici.

Varicella in gravidanza cosa fare?

Se si contrae la varicella durante la gravidanza, la possibilità di complicanze materne è maggiore, pertanto, in caso di comparsa di febbre, è opportuno il ricovero ospedaliero per il rischio di encefalite.

La prima infezione, contratta in gravidanza, può avere esiti diversi a seconda del periodo in cui è avvenuto il contagio, perché può trasmettersi al feto attraverso la placenta.

Quando la prima infezione avviene nel primo trimestre di gravidanza, può causare aborto o, raramente, malformazioni, mentre, se avviene in prossimità del parto, il neonato può venire alla luce con la varicella congenita.

Varicella in gravidanza terapia

Come si cura?

Se la mamma si ammala, è possibile utilizzare dei farmaci antivirali per scongiurare complicazioni.

In caso di infezione in prossimità del parto, si cercherà di posticiparne la data.

Come si previene?

Da alcuni anni, è disponibile un vaccino da eseguire prima della gravidanza o subito dopo, anche durante l’allattamento, senza alcun rischio per il neonato.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.